• CAF
  • Alioto
  • milauto
  • CAF 2
  • alioto farmacia
  • milauto

[pth_facelivevideos pageid="482197051952586" width="294" height="524"]

  • CAF Milazzo 1
  • Officine 1
  • Imm 004
  • Caf Milazzo 2
  • officine 2
  • Da Vinci

  • TIRONCINO

Barcellona P.G. - sport

Calcio. Un'Igea Virtus opaca vince contro l'isola Capo Rizzuto.

IGEA VIRTUS – ISOLA CAPO RIZZUTO  1-0
MARCATORE: 43’ Fontana 


Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Ma quanto fatica per conquistarla. E’ proprio il caso di dire, per una volta, che è bene tutto quello che finisce bene, perché sul piano dei meriti, della consistenza, della qualità, e sopratutto dell’opportunità offerta dalla gara contro l’Isola Capo Rizzuto, ultima della classe, l’Igea Virtus ha poco e niente da fare scrivere in chiave positiva. Certamente le attenuanti non mancano, e non sono da considerare conseguenze del panettone, o del rilassamento per le festività e la lunga sosta, ma ad incidere ed a pesare sul rendimento della squadra ci sono questa volta le forzate assenze per i postumi influenzali, la necessità di fare quindi di necessità virtù al punto da costringere il capitano Dall’Oglio, più degli altri ed al di sopra di essi, a fare straordinari nell’ordinare e nel contenere il gioco di centrocampo in assenza di Pitarresi, al punto da considerare, pur nel grigiore piuttosto generale il migliore in campo. Si è battuto come un leone a tutto campo nel momento in cui ha preso coscienza di trovarsi in presenza di un avversario che era deciso a gettare il cuore oltre l’ostacolo pur di poter lasciare il D’Alcontres con qualche punto in tasca, mentre i  compagni trovavano obiettive difficoltà ad incanalare il match nella direzione che, in termini preventivi, era più che logico prevedere. Peraltro, a rendere il compito più difficile per l’Igea Virtus ha contribuito di certo la scarsa vena degli uomini di punta protagonisti di una prestazione a dir poco evanescente, fatta eccezione per qualche episodio, come vedremo, analizzando il poco che la partita ha offerto in termini di annotazioni al taccuino del cronista. In tutto lo svolgimento di gara ha pesato infine anche la mediocre direzione di gara di William Villa, arbitro di poco polso, al punto che ha mascherato i suoi limiti affidandosi all’uso di cartellini (3 per parte) e lasciando ai giocatori, in modo specifico a quelli calabresi nel momento in cui gli stessi erano impegnati a recuperare il risultato, libertà di esercitare giocate ben oltre il limite dei canoni regolamentari. Eloquente la foto finale della partita, quando ha lasciato ben 5 uomini per terra (3 igeani e 2 ospiti), colpiti fallosamente senza intervenire, preferendo il triplice fischio con qualche manciata di secondi di anticipo per raggiungere la via degli spogliatoi. L’Igea Virtus avrà comunque tempo per leccarsi, come suol dirsi, le ferite, pensando intanto che alla fine ha incamerato 3 preziosi punti in graduatoria e che adesso avrà il tempo per pensare alla prossima gara in trasferta contro la Sancataldese. Per la cronaca diciamo che le battute iniziali sembravano promettenti per la squadra di Peppe Raffaele che già al 2’ si presentava al tiro, di poco a lato, con D’Antoni. Cinque minuti più tardi Assisi non faceva complimenti in area su Fioretti che si apprestava al tiro, ma il reclamo del penalty tornava al mittente non convincendo l’arbitro. Poi, lunghissimi minuti giocati  in modo scriteriato d’ambi le parti che lasciavano i portieri letteralmente inoperosi, almeno fino a mezz’ora dall’inizio quando l’Isola Capo Rizzuto si presentava per la prima volta al tiro, firmato da Cristiano, che però mancava lo specchio della porta. Così, ad attirare l’attenzione, più che il non gioco in campo, il nervosismo che Raffaele scaricava sulla panchina sfogando la sua rabbia e manifestando l’evidente insoddisfazione per la prestazione della sua squadra. L’eco probabilmente sortiva l’effetto di essere recepito dai giocatori ed al 43’ arrivava il sospirato gol che sbloccava il risultato. Dal limite sul versante destro Kevin Biondi scodellava la palla in area provocando una mischia che Fontana finalizzava alla spalle di Pullano, che nulla poteva fare per evitare quella capitolazione che aveva scongiurata due minuti prima, quando lo stesso Biondi gettava nel mucchio un tiro piazzato che veniva respinto dal pipelet ospite, replicava il tiro-gol Dall’Oglio ed ancora Pullano sventava sovrastando tutti in elevazione e bloccando la sfera. Rientrando dal riposo l’Igea Virtus si rendeva conto che era necessario gestire il vantaggio, per cui serrava le fila, soffrendo, e replicando colpo su colpo agli avversari. Avrebbe potuto raddoppiare al 49’, quando una conclusione di testa di Kacorri non sorprendeva Pullano, mentre gli uomini di mister Giovanni Pisano studiavano soluzioni possibili per andare a rete. Così, ci provava Cristiano al 51’ dalla distanza, ma fuori bersaglio, ed un minuto dopo lo stesso non si dava pace per una rasoiata velenosa che Ingrassia intercettava. Forse la migliore azione per i calabresi che al 64’ beneficiavano di un tiro piazzato dal limite che Assisi gettava al vento; poi si affacciava più spesso in avanti anche capitan Bruno, senza trarre però alcun profitto, neppure nell’ultima opportunità offertagli da un intervento di Dall’Oglio che l’arbitro sanzionava con una punizione dal limite e che Bruno scaraventava sulla barriera, facendo tirare l’ultimo sospiro di sollievo a tutti, soprattutto a Peppe Raffaele, al presidente Nino Grasso ed a tutta la carovana calcistica giallorossa barcellonese.
  
   RISULTATI 18^ GIORNATA
GELBISON – ACIREALE  2-2  
TROINA – CITTANOVESE  3-0
ROCCELLA – CITTA’ DI GELA  3-1
PALAZZOLO – EBOLITANA  1-1
IGEA VIRTUS – ISOLA CAPO RIZZUTO  1-0
VIBONESE – NOCERINA  1-0
ERCOLANESE – PACECO  4-0
MESSINA – PORTICI  1-0
PALMESE- SANCATALDESE  1-0


PROSSIMO TURNO 14.01.2018
 
ISOLA CAPO RIZZUTO – ERCOLANESE
NOCERINA – MESSINA
CITTANOVESE – GELBISON
SANCATALDESE – IGEA VIRTUS
EBOLITANA – PALMESE
PORTICI – ROCCELLA
ACIREALE – PALAZZOLO
CITTA’ DI GELA – TROINA
PACECO – VIBONESE

 

 

Articoli relazionati

Nessun articolo relazionato


REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833

Statistiche
0
Shares