• CAF
  • Alioto
  • milauto
  • CAF 2
  • alioto farmacia
  • milauto

[pth_facelivevideos pageid="482197051952586" width="294" height="524"]

  • CAF Milazzo 1
  • Officine 1
  • Imm 004
  • Caf Milazzo 2
  • officine 2
  • Da Vinci

  • TIRONCINO

Barcellona P.G. - sport

Calcio. Igea Virtus, ad Eboli finisce 0-0

Nulla di fatto allo stadio Dirceu di Eboli ed è un pareggio che contrasta con le più ricorrenti previsioni della vigilia. Infatti, tra Ebolitana ed Igea Virtus era atteso un match tutt’altro che a reti inviolate, considerando anche il fatto che la 16esima giornata poneva a diretto confronto il terzo migliore attacco, contro la terza peggiore difesa del campionato. Sul campo, evidentemente, la retroguardia di Pepe ha retto agli attacchi delle punte giallorosse, che hanno dimostrato, per l’occasione, di avere le polveri bagnate. Per questo, il tecnico barcellonese, Peppe Raffaele, sarà rimasto moderatamente soddisfatto accogliendo l’unico aspetto positivo, rappresentato dal fatto che il punto guadagnato è stato sempre utile a muovere la classifica. Però va detto che quella degli igeani è stata una partita giocata piuttosto sotto tono, al punto da accrescere gli indubbi meriti dei padroni di casa, che a tratti hanno marcato anche una leggera supremazia territoriale, al punto da sfiorare anche una sorprendente vittoria. Se così non è stato lo si deve al fatto che Dall’Oglio ed Ingrassia sono stati sempre all’altezza  del compito lo assegnato, ed il resto l’ha fatto l’inconsistente carica offensiva dei locali, che hanno avuto in Mounard e De Rosa gli elementi più insidiosi nel cuore della difesa avversaria. Ben poca cosa quindi, in un match in buona sostanza piuttosto equilibrato, che a lunghi tratti è stato caratterizzato da tiri piazzati, angoli e rimesse laterali, lasciando pressoché inoperosi i rispettivi n.1.  Date queste premesse, difficile trovare spunti di cronaca degni di annotazione almeno nella prima mezz’ora di gara, tenuto conto che soltanto Mounard al 9’ è riuscito a presentarsi al tiro, neutralizzato da Ingrassia, mentre l’Igea rispondeva qualche minuto più tardi con una conclusione sulla traversa di Giovanni Biondo e al 28’ toccava a Pitarresi farsi neutralizzare il tiro da Viscido, che non era brillante però nel suo intervento e Gambardella sventava il pericolo. Sul finire del primo tempo Ciotti era costretto a fermare fallosamente Merkaj e rimediava il giallo, mentre il tiro piazzato dall’Igea non aveva seguito. Al 41’ De Rosa pescava dalla bandierina Imparato il cui tiro veniva sventato da Ingrassia; seguiva un capovolgimento di fronte ed era una insidia giallorossa che costringeva capitan Nigro a rifugiarsi in un angolo che chiamava Viscido alla parata. Ad inizio di ripresa l’Igea si presentava più motivata ed al 50’ e da uno scambio Merkaj-Kacorri scaturiva un tiro insidioso che riusciva comunque a ribattere la difesa, la quale si ripeteva a stretto giro su conclusione ravvicinata di Biondi. Col passare dei minuti l’Igea Virtus conquistava metri, ma era giornata di scarsa vena delle punte, per cui al 54’ falliva la battuta a rete Merkaj ed ancora l’attaccante un minuto più tardi trovava Nigro sulla sua strada che riusciva a mettere una pezza sull’insidia allontanando il pericolo. Da un pericolo all’altro, toccava all’Igea Virtus scampare quello dell’Ebolitana al 62’ quando De Rosa si trovava sui piedi la palla del possibile vantaggio, con Ingrassia impossibilitato a difendersi per una botta rimediata che di fatto gli impediva di intervenire, ma l’attaccante falliva clamorosamente a porta vuota. Allontanati i pericoli i due allenatori avviavano la strategia dei ricambi sperando di sbloccare il risultato e ne guadagnava un poco la partita che viveva le sue ultime emozioni. Al 76’ l’offensiva dei padroni di casa si esauriva nella conclusione di Coulibaly neutralizzata da Ingrassia; all’81’ un diagonale di Kacorri sfiorava il palo sulla destra di Viscido; poi, le ultime energie affidate ad un disperato forcing da parte dell’Ebolitana nel tentativo di sorprendere gli ospiti ed avere partita vinta, mentre l’Igea Virtus reggeva l’urto  e si affidava a giocate di rimessa, più per necessità di allontanare minacce e respirare, che per la ricerca di apportare insidie alla porta di Viscido. Era insomma il momento conclusivo in cui ospitanti ed ospiti consolidavano le condizioni per chiudere la partita con un risultato ad occhiali. 

RISULTATI DEL 10.12.2017 

CITTANOVESE – ACIREALE  5-0
CITTA' DI GELA – GELBISON  1-1
EBOLITANA - IGEA VIRTUS  0-0
ISOLA CAPO RIZZUTO – VIBONESE  1-1
NOCERINA – ROCCELLA  1-0
PACECO – MESSINA  1-2
PALMESE – PALAZZOLO 2-1
PORTICI – TROINA  0-1
SANCATALDESE – ERCOLANESE  2-0

GARE DEL 17.12.2017

ERCOLANESE - EBOLITANA
ACIREALE - CITTA' DI GELA
MESSINA - ISOLA CAPO RIZZUTO
GELBISON - PORTICI
IGEA VIRTUS - PALMESE
ROCCELLA - PACECO
PALAZZOLO - CITTANOVESE
TROINA - NOCERINA
VIBONESE - SANCATALDESE

 

Articoli relazionati

Nessun articolo relazionato


REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833

Statistiche
0
Shares