• CAF
  • Alioto
  • milauto
  • CAF 2
  • alioto farmacia
  • milauto

Non ci sono live in questo momento!

  • CAF Milazzo 1
  • Officine 1
  • Imm 004
  • Caf Milazzo 2
  • officine 2
  • Luci A Sud

  • Milauto

Barcellona P.G. - sport

Calcio. L'Igea Virtus batte il Roccella e si rimette in corsa.

IGEA VIRTUS  -  ROCCELLA  1-0
MARCATORE al 26’ Kacorri
BARCELLONA 12.11.2017
La legge del D’Alcontres non perdona ed anche la Roccese ha lasciato il campo rimediando una sconfitta di misura, nonostante l’Igea Virtus abbia dimostrato di trovarsi in una giornata per nulla esaltante e si sia solo limitata a non riportare danni. Infatti, la squadra di Peppe Raffaele è stata protagonista di una gara giocata sotto tono, preoccupata probabilmente dalle credenziali di un avversario che, alla resa di conti, si è rivelato alquanto modesto e incapace di innescare l’estro e il potenziale offerto in prima linea da Yeboah e Pagano, costretti ad andare alla ricerca del pallone per qualche giocata che veniva però puntualmente a spuntarsi al contatto con l’apparato difensivo dei giallorossi locali. Questo il reparto che è stato capace di neutralizzare le sporadiche offensive dei calabresi, leggermente più ricorrenti, ma per nulla incisive, da quando il tecnico in panchina Sgrò (in sostituzione dello squalificato Domenico Giampà) faceva ricorso all’ipotetico potenziale di giocatori che avrebbero potuto e dovuto imprimere maggiore incisività al gioco offensivo. Stando così le cose, la partita si è messa in discesa per la squadra igeana, per quanto protagonista di una prestazione per nulla eccezionale, costretta a gestire soltanto il vantaggio conseguito al 26’, a conclusione di un perfetto e pennellato assist di Santino Biondo per la testa di Kacorri, al quale si chiedeva solo di inquadrare la porta a due passi dal sorpreso portiere Scuffia. Timbrando il vantaggio ci sarebbe stato da registrare un cambio di rotta alla partita ad iniziativa dei calabresi, che però è letteralmente mancato, di modo che è stata l’Igea a continuare a tenere in mano il pallino del gioco fino allo scadere della prima frazione di gioco, quando c’era da registrare un’opportunità per i padroni di casa con Fontana, che veniva però fermato platealmente ed irregolarmente da Yeboah, che riusciva comunque ad evitare una sanzione arbitrale. Ad inizio di ripresa dalla panchina della Roccese venivano avviate le prime sostituzioni nel tentativo di rivitalizzare l’attacco, ed entravano Tassone e Manfrellotti. L’idea non era peregrina, e dal piede di Yeboah, che batteva un calcio di punizione per fallo proprio su Tassone, nasceva una delle rare occasioni per bussare alla porta di Ingrassia, che però per l’occasione si vedeva soltanto recapitato il pallone tra le braccia. Correva il 7’ minuto ed i locali scampavano il pericolo. Due minuti più tardi, su capovolgimento di fronte, era Fioretti ad essere falciato nel momento in cui era lanciato a rete, concludendo con il tiro piazzato di Pitarresi sulla barriera. La Roccese  riusciva a movimentare il gioco con i nuovi entrati, ma senza alcun profillo concreto, mentre l’Igea Virtus tornava a rendersi pericolosa con Fioretti che cerca di farsi luce in area, ma il suo tiro veniva sventato da Posillipo che si rifugiava in fallo laterale. La più efficace conclusione della Roccese al 19’ con un servizio di Yeboah (tra i più attivi nello schieramento ospite) per Tassone, autore di una girata volante che veniva però neutralizzata in presa sicura da Ingrassia. Proseguiva, d’ambo le parti, la girandola delle sostituzioni, con il malcelato intento di Sgrò di agguantare il pareggio, mentre Raffaele correva ai ripari rinsaldato il reparto di centrocampo e difensivo che permetteva di concedere un’anticipata uscita dal campo a Fioretti prima ed a Santino  Biondo successivamente, da considerare per lui più che meritato dopo avere speso molto al punto da risultare il migliore in campo. Nel forcing finale, alquanto sterile, la Roccese guadagnava soltanto alcuni angolo e solo nell’ultimo un colpo di testa di Yeboah dava l’illusione del gol, essendosi la sfera andata ad adagiarsi sull’esterno della rete. Infine, al 44’ la più bella prodezza della partita con Giovanni Biondo che seminava il panico nel cuore della difesa ospite, mettendo a sedere un paio di giocatori e servendo infine Pitarresi il cui tiro però si spegneva a lato. Il giocatore veniva per questo sommerso dagli applausi dei tifosi  che li prolungavano con l’uscita dal campo di Kacorri, autore del gol-partita e vittoria, per lasciare posto a Tramonte nei residui minuti di gara.

RISULTATI 12^ GIORNATA 
ERCOLANESE – MESSINA 1-1
EBOLITANA – GELBISON 2-0
IGEA VIRTUS – ROCCELLA 1-0
ISOLA CAPO RIZZUTO – CITTANOVESE 0-1
NOCERINA – PORTICI 1-0
PACECO - CITTA' DI GELA 2-3
PALMESE – TROINA 2-4
SANCATALDESE – ACIREALE 3-1
PALAZZOLO – VIBONESE 0-1 


PROSSIMA GIORNATA 19 novembre

ERCOLANESE – IGEA VIRTUS
ACIREALE – NOCERINA
MESSINA – EBOLITANA
CITTANOVESE – PORTICI
GELA – PALAZZOLO
GELBISON – PACECO
ROCCELLA – SANCATALDESE
TROINA – ISOLA CAPO RIZZUTO
VIBONESE – PALMESE

 

   

Articoli relazionati

Nessun articolo relazionato


REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833

0
Shares