• CAF
  • Alioto
  • milauto
  • CAF 2
  • alioto farmacia
  • milauto

Non ci sono live in questo momento!

  • CAF Milazzo 1
  • Officine 1
  • Imm 004
  • Caf Milazzo 2
  • officine 2
  • Luci A Sud

  • Milauto

Milazzo - politica

Milazzo. "La mini pista ciclabile va eliminata". In consiglio comunale la proposta di alcuni consiglieri.

L'ultimo baluardo di quella che rimane tra le decisioni più impopolari dell'attuale Sindaco di Milazzo, sembra destinato ad avere le ore contate. A presentare una mozione per eliminare la mini pista ciclabile in Marina Garibaldi sono stati alcuni consiglieri comunali che vanno dall'opposizione alla maggioranza.

Su inziativa di Milazzo Futura e Città Attiva la richiesta di procedere a cancellare quello che, a detta dell'opposizione consiliare, è diventato un simbolo della testardaggine politica dell'Amministrazione Comunale sorda di fronte alle tante richieste provenienti dalla città e dai cittadini. Una mini pista ciclabile sbeffeggiata anche dagli stessi automobilisti che non hanno disdegnato fino ad oggi di trasformarla in parcheggio. Sarà l'occasione per parlare di Piano Urbano del Traffico.

Lo strumento urbanistico obbligatorioper i Comuni sopra i 30 mila abitanti che a Milazzo rimane però disapplicato in buona parte delle sue componenti. L'Amministrazione in carica non lo ha modificato ma continua a non tenerne conto.

Dalle previsioni di aree di parcheggio che sono state invece accaparrate da privati, alla realizzazione di un sistema integrato di trasporto e viabilità, stoppato dal Sindaco subito dopo il suo insediamento e mai più ripreso salvo poi rimanere fermi anche con i parcheggi blu da due anni. Una città che avrebbe dovuto, nel corso degli anni che vanno dal 2015 al 2020, trasformarsi in una smart city e che invece si trova a parlare di 1600 parcheggi nel centro città per i prossimi 12 anni che indicano chiaramente come si debba dire addio alle isole pedonali che invece avrebbero dovuto, accompagnate alle aree di sosta previste, il futuro vivibile di Milazzo.

Alcune variazioni viarie che si sono rivelate non perfettamente sostenibili ma i cui risultati non sono stati mai resi pubblici ed altre che invece, nonostante le ordinanze di istituzione, non sono mai entrate in vigore. Insomma, sul piano del traffico, il caos regna totale. L'improvvisazione della mini pista ciclabile e del quanto mai fantomatico " Percorso del benessere" sembrano essere arrivati al capolinea.

Bisognerà misurare la volontà dell'aula rispetto a quanto stabilito con un'ordinanza tardiva dal Sindaco. Resta comunque da capire, a distanza d così tanto tempo, quale sia la reale volontà dell'attuale amministrazione e della maggioranza d'aula sulla viabilità di Milazzo.  

Articoli relazionati

Nessun articolo relazionato


REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833

0
Shares