• CAF
  • Alioto
  • milauto
  • CAF 2
  • alioto farmacia
  • milauto

Non ci sono live in questo momento!

  • CAF Milazzo 1
  • Officine 1
  • Imm 004
  • Caf Milazzo 2
  • officine 2
  • Luci A Sud

  • Milauto

Editoriale

Gli amici di penna. Come tentare di rifarsi il look dopo i disastri politici.

I giovani di oggi non sanno neanche chi sono gli amici di penna. Ricordo di una scuola che fu, una di quelle viste in bianco e nero.  Era una trovata degli insegnanti per spingere gli alunni a scrivere e per sentirsi vicini a chi, da lontano, raccontava sempre cose positive. Una sorta di whattsup arcaico che costava il costo di un francobollo aereo.   

Il culmine si toccava in aula, quando i ragazzi raccontavano di Jane, John, Steve, Elisabeht e cosi via. Era tutto bellissimo, un mondo di favole , erano gli amici di penna. Che non sono tramontati ed oggi ritornano attraverso canali diversi ma sempre pronti a sostenere gli amici lontani raccontando un mondo che non c'è.

Raccontano di storie viste al contrario, tipo le vicissitudini delle strutture sportive che gli amici di penna raccontano come un successo dell'attuale amministrazione. Vedere quei ragazzi sotto la pioggia in Marina Garibaldi ci fa capire che esiste una storia diversa. Una di quelle che gli amici di penna tentano di raccontare in altro modo . Fosse l'unica, sarebbe anche comprensibile. Leggendo però le letterine che ormai giornalmente gli amici di penna cominciano a scrivere, capisci che è in atto la strategia del rinnovo total look di un disastro politico senza precedenti.

Una città privata da qualsiasi servizio utile ( essenziale e non), non può giustificarsi ogni volta con le solite litanie. Bisogna trovare qualche cosa che possa dimostrare che le cose si fanno bene e vengono raccontate male. Ecco allora gli amici di penna stravolgere una storia amara come quella della mancata intitolazione dell'aula consiliare a Falcone e Borsellino, non voluta dall'Amministrazione in carica e dai consiglieri di maggioranza, e raccontare in modo alquanto strabiliante che l'Asse Viario viene intitolato alla memoria di Pino Merlino perchè l'opposizione non ha voluto dedicarlo alla memoria di Falcone e Borsellino. Incredibile. Una spregiudicata fantasia che suona più o meno così.

Due consiglieri decidono di presentare una mozione per intitolare l'Asse Viario alla memoria di Merlino ma, in aula, il colpo di scena. Perchè, si chiedono alcuni consiglieri rimasti attaccati alla gonna del Sindaco, non intitolarla a Tindaro La Rosa, all'On. Fulci o, ancora più pesante, perchè non intitolare la strada a Falcone e Borsellino?. Per capire meglio la dinamica immaginate di trovarvi in un ristorante dove il menù vi propone pasta e fagioli ed alla vista del cameriere voi chiediate Pasta e ragù o pasta e tonno o pasta e pesto perchè secondo voi è meglio. Sareste considerati dei tipi assai strani. Invece gli amici di penna indicano come strani quelli che hanno presentato una richiesta e poi l'hanno anche votato, facendoli passare quasi come per mafiosetti politici che premiano il democristiano e osteggiano Faòcone e Borsellino.

Gli Amici di penna ed altri amici di penna che aiutano sui social dove ci icordano gli ultimi anni di vita dell'Onorevole Merlino. Fatto meritorio, sforzo sublime ma non sporcate la memoria di chi non è più e non la confondete con la memoria di altri personaggi, illustri e non poco, per coprire la pochezza di idee da contrastare a chi qualche idea la mette sul piatto. Gli amici di penna hanno obbligo di portare avanti strategie e difese, hai visto mai che non ti patrocinino più le iniziative?. In tutto questo cosa c'entrano i due Eroi siciliani?. Un minimo di rispetto è dovuto anche dagli amici di penna che altrimenti la prossima volta, per rifare il look ha chi continua a fare disastri politici dovranno cominciare a scomodare anche i Santi. O forse lo hanno già fatto?.

REDAZIONE

Pippo Midili

Pippo Midili

Direttore responsabile
Gianfranco Pensavalli

Gianfranco Pensavalli

 
Fortunato Marino

Fortunato Marino

Gianpaolo Piccolo

Gianpaolo Piccolo

Reparto Sport
Simone Barbaro

Simone Barbaro

Rubriche
Francesco D'Amico

Francesco D'Amico

Fabio Piccolo

Fabio Piccolo

Rossella Trimarchi

Rossella Trimarchi

Milena Cascio

Milena Cascio

Gianni Fantoni

Gianni Fantoni

Web architect
Laura Sidoti

Laura Sidoti

Graphic Designer
Dario Massi

Dario Massi

Digital Strategist, SEO

 


© 2015 - 2016 - All rights reserved - Associazione "Il Diario Metropolitano"
Via Cumbo Borgia, 57 - 98057 Milazzo (Me) | Tel. 090 9282074 - CF/P.IVA 03392860833

0
Shares